emozioni, informazioni e commenti su teatro, cultura, arte, società 

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
"La notte del lavoro narrato" per riappropriarsi di storie di persone e di lavoro
     
        _________

lun 30-09-2013 11:01, n.1138 - letto 1581 volte

"La notte del lavoro narrato" per riappropriarsi di storie di persone e di lavoro

Ce ne parla Adriana Cappelluzzo

di Elide Apice


 Lei è Adriana Cappelluzzo, giovane sannita dalle idee chiare che parteciperà ad un evento che potrebbe coinvolgere il Sannio in un tema affascinante"il lavoro narrato", attraverso le iniziative di una comunità ,"Ciò che va quasi bene non va bene” , nata intorno al tema del lavoro.  L'idea nasce da un'inchiesta partecipata  realizzata da Fondazione Ahref e Fondazione Giuseppe di Vittorio e ruota intorno al lavoro del sociologo Vincenzo Moretti  e  del giornalista Alessio Strazzullo.
Dalle storie raccolte, finora, sono nati il  romanzo "Testa, Mani e Cuore" di Vincenzo Moretti e il  film "La tela e il Ciliegio" di Alessio Strazzullo.
Poi l’idea della notte del lavoro narrato nato " da un incontro fatto per genio e per caso poiché l'inchiesta era arrivata a Reggio Emilia, dove si ha ancora l'abitudine di riunirsi per raccontare storie.
Dovevamo necessariamente riproporlo, da qui l'esigenza di organizzarlo in tutta Italia con una anteprima nazionale che si è tenuta lo scorso 17 Luglio a Caselle in Pittari, nel Cilento, durante la settimana del Palio Del Grano, ospitato da #campdigrano e dal qual abbiamo ricavato il video. 
Sul palcoscenico di questo splendido borgo si sono alternate mondine emigrate in risaie torinesi, donne e uomini che hanno raccontato letto e cantato le proprie storie di lavoro. Chi ha scolpito la memoria di quella serata nell'argilla, chi ha cantato con la propria voce la frustrazione del canto schiavistico nei campi di lavoro, chi ha letto brani tratti da Hemingway, da Sennett e da De Filippo. Eravamo tutti riuniti e tesi a stringerci in un abbraccio che potesse rinvigorire la fiamma del lavoro, laddove si fosse affievolita, e farla nascere in altri luoghi - ci racconta Adriana - Oggi siamo molti di più, ognuno aggiunge il proprio tassello al racconto dell'Italia che sa e che sa fare, che ogni giorno con la propria dedizione e accuratezza prova a spostare la direzione che ha preso il paese".
"Mi piace pensare a “La notte de lavoro narrato” come ad un’opportunità - aveva raccontato Adriana in un'altra intervista- l’opportunità di esportare un modo di pensare che guarda al modo di intendere il lavoro nel passato ma solo per trarre spunto per quello che può essere il senso del lavoro nel futuro. L’opportunità di conoscere storie di persone che sono riuscite a fare del lavoro la vera opera d’arte della propria vita. Credo anche che, attraverso questo approccio, si possa ritornare a parlare di lavoro così che ognuno possa costruire il proprio ruolo all’interno della comunità in cui vive: riscoprire il “cuore artigiano” significa anche essere cittadini migliori e responsabili, significa occuparsi con cura delle semplici occupazioni della propria vita quotidiana e soprattutto significa pensare che ci saranno altre persone che come noi staranno mettendo il cuore in quello che fanno. Significa, insomma, far parte di una grande comunità che crede in quello che fa e lo fa bene.
Come mi ha insegnato Giuseppe Castelluccio, primo protagonista del documentario che racconta questa esperienza: “non si fabbrica senza il livello, il lavoro si deve fare preciso, perché sennò con niente cadono le cose. L’importante è che nel lavoro di ogni genere si pensi all’equilibrio”.
Quella di Luglio non è stata che l'anteprima dell'evento che dovrebbe essere  esportata in tutta Italia il 30 aprile 2014 "perché crediamo che si possa ritornare a parlare di lavoro senza perdere di vista le motivazioni e la passione che ci spingono nell'applicazione quotidiana. Sarebbe bello ed emozionante, quindi, se i miei concittadini, gli amici di Benevento e le nuove generazione che vi stanno crescendo, potessero, tramite questa manifestazione, rientrare in un progetto che abbraccia l’ Italia tutta e formare, così, una maglia di questa rete che, spero, possa crescere robusta". L'obiettivo immediato è,  per ora,  creare "un documentario unico per tutto l'evento: dialetti diversi, materiali diversi, un unico filo conduttore: il lavoro ben fatto. Ma questo non vuol dire che ogni associazione, scuola, comunità non possa aggiungere il proprio tocco personale all'evento. Stiamo preparando delle linee guida che valgano per tutti ma che soprattutto mettano in risalto la spontaneità delle singole comunità".
Tutti sono invitati a partecipare, associazioni, biblioteche librerie, interessate all'evento possono visitare il sito www.leviedellavoro.org o scrivere a lavoronarrato@gmail.com

 
 


 
 

Ctg Incontri, letto 1581 volte
Commenta  


 

0,1519
letto 1581 volte
0 commenti
chiudi
stampa solo testo
stampa anche le foto
 copia questo link
 
 
Condividi su Facebook
   

 

 


Potrebbero interessarti anche ...

Palazzo Paolo V: voci festanti risuonano in biblioteca
L’antico Palazzo apre i suoi spazi alla fruizione dei più giovani

Elide Apice, n.12171 27-03-2019
letto 407 volte
, tags Incontri

Filomena Lamberti, vittima di violenza, si racconta
L'incontro organizzato da "Dillo a noi"

Elide Apice, n.12152 23-03-2019
letto 133 volte
, tags Incontri

Beya Ben Abdelbaki Fraoua, la Console tunisina ospite del Giannone di Benevento
L’iniziativa voluta dall’Associazione Campania Europa Mediterraneo presieduta da Enzo Parziale

Elide Apice, n.12101 15-03-2019
letto 206 volte
, tags Incontri

“La Buona Mefite e il Mefitismo, un nuovo approccio alla Valle dell’Ansanto”.
“La Buona Mefite e il Mefitismo, un nuovo approccio alla Valle dell’Ansanto”

Elide Apice, n.12032 02-03-2019
letto 379 volte
, tags Incontri

La Bellezza dell’azione – Conversazione sul valore della speranza
L’incontro con Antonella Fusco alla libreria Masone /Alisei

Elide Apice, n.12024 01-03-2019
letto 409 volte
, tags Incontri

LEGGERE FILM. Rassegna di Cinema Letterario/Esperienziale
Dl 23 gennaio al 26 giugno alla libreria Masone

Elide Apice, n.11890 23-01-2019
letto 108 volte
, tags Incontri

Stregati da Sophia: l'incontro con Pascale Chapaux-Morelli e Eugenio Murrali
Al President Hotel la festa degli auguri

Elide Apice, n.11786 12-12-2018
letto 284 volte
, tags Incontri

"Schegge - per favore non chiamateli uomini", presentato il libro di Rossella Menegato
Ieri, da Gnostro, il partecipato evento

Emilio Spiniello, n.11728 28-11-2018
letto 386 volte
, tags Incontri

“La lettura in famiglia: una buona pratica per la salute e per il cuore” se ne è parlato al Museo del Sannio
L'iniziativa nell'ambito della Settimana di "Nati per Leggere"

Elide Apice, n.11705 23-11-2018
letto 606 volte
, tags Incontri

“Lingua, linguaggi e sessismo nella lingua italiana” l’incontrocon Federica Formato, docente presso l’Università di Brighton
L’iniziativa a cura di Culture e Letture,ed Exit Strategy è stata patrocinata dalla provincia di Benevento

Elide Apice, n.11647 06-11-2018
letto 260 volte
, tags Incontri




______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ _________ ____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
  Condividi su Facebook