emozioni, informazioni e commenti su teatro, cultura, arte, società 

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
L’arcobaleno colora Benevento
 
     
        _________

dom 07-06-2015 08:30, n.5560 - letto 5285 volte

L’arcobaleno colora Benevento

Un lungo corteo con tanti volti sorridenti, tanta gioia di vivere

di Emilio Spiniello
sfoglia l'album delle foto   


L’onda pride arcobaleno ha toccato anche la città di Benevento.
Partecipato, giocoso e coinvolgente il “Benevento Campania  Pride 2015” ospitato per la prima volta nel capoluogo sannita.
Una festa colorata, piena di striscioni, magliette e slogan pro gay, lesbiche, bisessuali e transessuali, che ha visto in prima linea il mondo Lgbt per dire no alla discriminazione e si al tema dei diritti civili.  
Benevento, Pavia e Verona hanno aperto la stagione nazionale dei Gay Pride.  
Molti i partecipanti provenienti anche da regioni limitrofe, come Puglia, Molise e Basilicata.
Durante il percorso, carri in festa con canti e balli,  coriandoli, cartelloni inneggianti all’amore  libero senza limiti, per le relazioni tra le persone, di qualunque sesso, dei loro diritti e della loro libertà, nella gestione dei sentimenti, della propria sessualità e del proprio corpo.
Come testimonial d’eccezione hanno sfilato, in testa al corteo, l'attore Carlo Gabardini e la giornalista Giulia Innocenzi. Secondo Gabardini “il tema dell’omofobia è presente ed è un problema che va affrontato anche in piccole città”.  
Per la giornalista di la7 “deve essere una battaglia di tutti i cittadini, per questo mi oppongo a questa legge sulle unioni civili: dobbiamo batterci per arrivare a matrimoni per tutti e diritti per tutti ad avere figli”.   
A sostenere l’evento anche  Valentina Nappi, la pornostar italiana più famosa del momento, presente in piazza. 
Presenti le Famiglie Arcobaleno con il presidente Giuseppina La Delfa, drag queen, coppie omosessuali, l’Arcigay Antinoo di Napoli con il presidente Antonello Sannino,  il gruppo "I'm gay any problems?", l'attivista Vanni Piccolo, la presidente del Movimento Identità Transessuale italiano Porpora Marcasciano, originaria del Sannio e Daniela Lourdes Falanga, responsabile delle politiche transessuali per Arcigay Napoli.  
La parata è partita da piazza Castello, proseguendo per  il viale degli Atlantici, via Meomartini, per poi dirigersi  verso il viale Mellusi e concludersi in piazza Risorgimento per un dibattito finale, dove è stata segnalata l’assenza delle istituzioni.   
A fine serata in piazza Arechi II, concerto dei Rei Momo e Fede'n Marlen ed un dj-set. 
Circa 1000 i presenti alla parata dell’orgoglio omosessuale, bisessuale e transessuale  che è stata svolta nella città “papalina” di Benevento.
Il tutto è nato dalla voglia e dal coraggio del Collettivo WAND di Benevento, insieme al Coordinamento LGBT Campania, per l’ottima riuscita della manifestazione. 
Sono anche stati sfatati i pregiudizi sull’omosessualità e sul gay pride.  
Tutti insieme per marciare “in nome dell’amore e della libertà di essere sé stessi“.
A sostenere l’evento i sindacati Cgil e Uil, Centro Sociale Depistaggio, il gruppo anarchico “Senza Patria”, l’Unione degli Studenti, Associazione Lgbt Rain Caserta, Arcigay Salerno, Gruppo Psicologi Sanniti, Greenpeace, Amnesty International, il L@p Asilo 31,  gruppi Lgbt , diverse associazioni gay-friendly e la Chiesa Pastafariana.  
“E' la prima volta che Benevento ospita un gay-pride e questo ci entusiasma molto", hanno detto gli organizzatori.
Per il collettivo sannita WAND grande soddisfazione per l’adesione al Pride, ma la battaglia non si ferma qui, visto che “il nostro obiettivo resta  la creazione di un registro delle unioni civili comunale”.
Per un giorno la città chiusa e addormentata ha vissuto momenti di ampio respiro per una visione fatta di tematiche internazionali.   

"È difficile tirare le somme e fare un discorso più o meno lucido a quest'ora- si egge in una nota postata a tarada notte su facebook dal collettivo WAND -  però noi volevamo semplicemente dirvi grazie.
Eravamo in 750 oggi dice la questura, 2500 dice qualcun' altro. Per noi non importa, eravamo in tanti. Anzi tantissimi. Eravamo tantissimi se consideriamo che a neanche un chilometro di distanza da noi c'era una manifestazione di un gruppo che recitava rosari per noi poveri sodomiti.
Eravamo tantissimi e ci siamo fatti sentire, oggi come in questi mesi. Abbiamo fatto sentire che non è vero che Benevento non è pronta per certe cose, anzi, abbiamo fatto sentire che ci sono dei diritti che vanno garantiti ad ogni essere umano. E che noi questi diritti li vogliamo. Ora.
Vogliamo assistere i nostri figli quando staranno male, anche se non siamo i loro genitori biologici, vogliamo baciare la persona che amiamo senza aver paura degli sguardi, vogliamo sposarci e andare a lavorare senza l'obbligo di nascondere una parte di noi.
Vogliamo che nessun adolescente si senta più colpevole di quello che è, che nessuna persona transessuale sia costretta a prostituirsi perché non trova un lavoro.
Vogliamo dire che la normalità non esiste, perché deriva da norma e la norma è data da numeri e gli esseri umani non sono numeri. Oggi da Benevento si è alzato un grido che non può essere ignorato.
Qualcuno ci ha detto che abbiamo fatto una piccola rivoluzione. Noi vogliamo ringraziare chi ha contribuito a questa rivoluzione"
 






































 
 

Ctg società, letto 5285 volte
Commenta  


 

1,7619
letto 5285 volte
0 commenti
chiudi
stampa solo testo
stampa anche le foto
 copia questo link
 
 
Condividi su Facebook
   

 
sfoglia l'album delle foto

 


Potrebbero interessarti anche ...

Scuola civica Alma d'Arte: al via i laboratori gratuiti. Dalla musica al teatro tutto ciò che serve alla formazione artistica
Intanto si lavora al Primo festival delle Associazioni previsto per il 18 giugno prossimo

Elide Apice, n.9804 02-06-2017
letto 520 volte
, tags società

Mons. Felice Accrocca, Arcivescovo di Benevento
Riorganizzazione degli Uffici della Curia (?)

Enrico Cavallo, n.9802 01-06-2017
letto 380 volte
, tags società

Da piccoli eravamo alla ricerca dell'erba
Quella "intrattienimi" per la precisione

Enrico Cavallo, n.9699 21-05-2017
letto 123 volte
, tags società

"Tesori nascosti della Campania" il Liceo artistico ai Santi Quaranta
Conoscere il passato per immaginare il futuro

Elide Apice, n.9592 06-05-2017
letto 1115 volte
, tags società

“Uno Sportello per la tutela dei diritti dei Minori a Benevento”
Oggi al Museo del Sannio un incontro promosso da So.IS

Elide Apice, n.9537 27-04-2017
letto 638 volte
, tags società

Deficit dell’attenzione ed iperattività
Situazione delle famiglie alla luce della normativa vigente

redazione, n.9496 20-04-2017
letto 115 volte
, tags società

Non una di meno Benevento: un flash mob per dire no alla violenza nei tribunali
contro la sentenza della giudice Diamante Minucci

Elide Apice, n.9469 13-04-2017
letto 246 volte
, tags società

"Prima o poi arriva l'8 marzo" la Compagnia InStabile delle Mandragole e Quelle del Mercoledì insieme a parlare di donne
Questa mattina alla casa circondariale di Benevento

Elide Apice, n.9337 24-03-2017
letto 806 volte
, tags società

Chiude l'AMTS, di proprietà del Comune di Benevento
Piena solidarietà al valente personale dell'azienda

Enrico Cavallo, n.9063 09-02-2017
letto 494 volte
, tags società

Hortus Conclusus, danni veri e falsi vandali
I dipendenti dell'Hortus ridimensionano l'episodio

Enrico Cavallo, n.9037 04-02-2017
letto 647 volte
, tags società




______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ _________ ____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________