emozioni, informazioni e commenti su teatro, cultura, arte, società 

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
Io come Tu... i volontari Unicef al carcere di Benevento
     
        _________

mar 26-06-2012 19:56, n.247 - letto 7893 volte

Io come Tu... i volontari Unicef al carcere di Benevento

tenerezza e amore come solo i bambini sanno dare

di Elide Apice

Scatti fotografici che segnano un momento di serenità, sorrisi di bambini, abbracci e baci a rinnovare parole d'amore. Questo è ciò che succede nelle due ore di colloquio cui i detenuti hanno diritto e questo è quanto i volontari Unicef hanno    visto stamattina al carcere circondariale di Benevento dove si sono recati per il progetto "Io come Tu".
Tre turni per un totale di sei ore di animazione con i bimbi figli dei detenuti per rendere più sereno un momento che    nasconde il dramma dell'assenza.
La mamma, il papà, in qualche caso entrambi detenuti e in carceri diversi, i figli lasciati alle cure di nonne e parenti, i viaggi degli incontri in luoghi spesso lontani centinaia di chilometri.
Così ti trovi a parlare con qualche accompagnatore dei bambini, una zia  o una nonna e scopri che i tre figli di una    coppia di detenuti sono in peregrinaggio mensile tra il carcere di Benevento dove si trova la mamma che " è innocente,  signora, ve lo giuro!" e un carcere siciliano dove è rinchiuso il papà o di qualche papà che "sono mesi che non riesco a vedere  i miei figli" e il tempo stesso "nun tene cchiù memoria!".
Genitori che non sono rassegnati o almerno non lo sembrano e uno di loro, A., giovanissimo, nemmeno trenta anni, ci ha fatto conoscere i suoi due bellissimi bambini e con tutta la tenerezza di cui si può essere capaci "Sono meraviglioso - ha detto - io ho sbagliato, lo so e non voglio che loro fann e cose comm'a me", poi, guarda la moglie "lei è la mia fortuna, me li cresce bene  e li segue in tutto quello che fanno" dice stringendole la mano.
E' la realtà dell'istituto penitenziario che è luogo di detenzione e di riabilitazione alla quale non si riesce a pensare se non quando sei qui dentro come loro, sottoposto a controlli.
Da fuori si ha la tendenza a considerarli solo come coloro che hanno sbagliato, che sono ai margini della società...forse è così, ma poi te li trovi davanti e vedi uomini e donne e bambini e guardi occhi che nascondono tristezza e voglia di sfiorarsi, di baciarsi. Sono tanti i bambini oggi , alcuni di pochi mesi  e un futuro forse già segnato, e allora sei portato a chiederti quale sarà il loro domani, se riusciranno mai a riscattarsi da una vita che li vuole già perdenti, se potranno mai vivere una vita di "normalita",  ma cosa è poi la normalità?
Le foto parlano di famiglie divise, in attesa di giudizio esattamente come il papà o la mamma cha manca da casa , di figli in attesa di famiglia.
"Lo so che il mio papà ha sbagliato - scrive una bimba nelle letterine all'Unicef - ma voi che leggete aiutatemi a far    capire a quelli lì ( e si riferisce ai poliziotti) che io non dormo di notte perchè mi manca tanto!" e ancora "i bambini hanno bisogno dei loro genitori e io ho voglia delle carezze della mia mamma!" oppure "quello che sta passando il mio papà e quello che sto passando io non lo auguro nemmeno al nemico. E' duro crescere senza papà!".
C'è speranza, però, in tutti loro che si salutano dandosi appuntamento al mese prossimo, al prossimo colloquio ( ed è strano ascoltare queste parole dalla bocca dei  bambini) ed uno scrive " Lottare sempre che tutto passa, me lo dice sempre il mio papà!".
Finisce la visita e si prova a ritornare alla normalità di tutti i giorni e ti rimane il pensiero che si riesce ad apprezzare la libertà solo quando ne provi l'assenza  e ti rimane un nodo in gola  e la sensazione di non essere riuscito a dare il meglio di te.
"Credo che tolleranza e libertà mentale siano valori fondamentali e oggi ne ho avuto la conferma - scrive Roberta , volontaria Unicef - purtroppo la società ha forse un atteggiamento troppo restrittivo nei confronti di chi è stato in carcere".
Per Giovanna, Selene e Marialuisa, volontarie anche loro, "da oggi guarderemo in maniera diversa la realtà che ci circonda e daremo un diverso significato alla parola alla parola Libertà, fino ad ora considerata un valore superficiale".  

vedi pure la pagina di Comitato Unicef Benevento

 
 

Ctg società, commenti 2, letto 7893 volte
Commenta  


2 commenti   top
n.28 - ha scritto Roberta  28-06-2012 23:41:25  
Complimenti Elide.quello.che.hai scritto e' bellissimo.
n.29 - ha scritto Roberta  28-06-2012 23:41:25  
Complimenti Elide.quello.che.hai scritto e' bellissimo.
 
 
 

0,0766
letto 7893 volte
2 commenti
chiudi
stampa solo testo
stampa anche le foto
 copia questo link
 
 
Condividi su Facebook
   

 

 


Potrebbero interessarti anche ...

Florian Ciornei: storia di un successo
Dalla Romania all’Italia con passione e determinazione

Elide Apice, n.13478 03-07-2021
letto 906 volte
, tags società

Benevento con Dante ed i "Bla Bla Blau" assenti
Viva e ben vegeta la "nostra" Benevento in onore del sommo poeta

Enrico Cavallo, n.13438 03-06-2021
letto 2290 volte
, tags società

Palestina/Israele, la situazione è incandescente
La nota di Francesca Albanese

Elide Apice, n.13426 22-05-2021
letto 281 volte
, tags società

La bellezza di Santa Sofia nel Gran Tour Longobardo, pubblicato sulla rivista "Dove"
L’assessore Del Prete: “Facciamo squadra per il sito Unesco”

Antonio Esposito, n.13404 27-04-2021
letto 417 volte
, tags società

Stregati da Sophia, termina con un omaggio a Dante la settima edizione del Festival filosofico
Svelato il tema dell'edizione 2022

Elide Apice, n.13364 23-03-2021
letto 409 volte
, tags società

La poesia è resistente. Partito il progetto di video poesia nella metropolitana di Napoli
Dall’8 febbraio clip poetiche di undici poeti campani

Elide Apice, n.13305 09-02-2021
letto 516 volte
, tags società

In questo anomalo Natale la luce della speranza accesa dal Fai
Ai Morticelli l’allestimento di un semplice presepe

Elide Apice, n.13274 22-12-2020
letto 6262 volte
, tags società

Opera indomita: si pensa ad una scrittura collettiva sul Natale
Artefice e ideatore del progetto è Pietro Damiano

Elide Apice, n.13237 04-11-2020
letto 6377 volte
, tags società

La lunga carriera di Carlo Verdone premiata al Festival BCT per la sua comicità popolare
Ieri a Piazza Cardinal Pacca successo di pubblico

Brunella Donisi, n.13154 03-08-2020
letto 6752 volte
, tags società

Dalla Tombola al Bingo musicale: la parabola di Coky Ricciolino
Il gioco on line è gratuito

Elide Apice, n.13068 16-05-2020
letto 6443 volte
, tags società




______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ _________ ____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
  Condividi su Facebook