emozioni, informazioni e commenti su teatro, cultura, arte, società 

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
E' La Bohème a Campolattaro per il Campus estivo
     
        _________

mer 28-08-2013 19:41, n.1034 - letto 22157 volte

E' La Bohème a Campolattaro per il Campus estivo

Il Conservatorio Nicola Sala preso nei preparativi e nelle prove per la prima di Benevento Città Spettacolo

di Elide Apice
sfoglia l'album delle foto   

 
Campolattaro ha accolto per il terzo anno il Conservatorio Nicola Sala per il Campus durante il quale si mette a punto La Bohème che il prossimo 6 settembre inaugurerà Benevento Città Spettacolo.
Ovunque è musica nel piccolo borgo in cui, per la lungimiranza del sindaco Pasquale Narciso e per la partecipazione anche emotiva degli abitanti, i ragazzi hanno trovato ospitalità nell’albergo diffuso (altra bella e lungimirante idea dell’amministrazione comunale), in pratica ‘adottati’ dai cittadini pronti a risolvere i minimi problemi ed accuditi dalle cuoche che nella mensa della scuola elementare cucinano ciò che il Conservatorio ha provveduto ad acquistare, in una sorta di famiglia allargata.
Tutto è fatto con semplicità, tutto sembra essere all’insegna della reciprocità, per un’esperienza che non è solo formativa dal punto di vista professionale e musicale, ma anche e forse soprattutto dal punto di vista umano, così come indicato dal Maestro Francesco Ivan Ciampa, alle prese con le prove in cui la sfida per un’opera tra le più difficili dal punto di vista esecutivo è mettere insieme le professionalità di musicisti formati con l’inesperienza degli allievi più giovani.
“ La Bohème di Puccini fa parte di un percorso che il Laboratorio lirico – sinfonico ha iniziato con l’avvio dell’anno accademico e che coinvolge tanti ragazzi del Conservatorio “- ha dichiarato il Maestro Ciampa. E’ sicuramente tra le esperienze fondamentali nel percorso di crescita dei più giovani e in quello professionale di chi ha già compiuto il proprio percorso di studi e si sta specializzando. Stare qui, insieme, a condividere gioie e dolori , certamente cementifica il rapporto umano, la musica è elemento che fortifica le amicizie e riesce a far superare le difficoltà”. Domani sera (giovedi29 agosto)si  terrà a Campolattaro la prova aperta che è anticipazione di ciò che avverrà il 6 settembre sul palco del teatro Romano(replica l’8 settembre).

Non è l’unico impegno per città Spettacolo, infatti il Conservatorio sarà protagonista anche dell’ormai tradizionale ‘Concerto all’alba’ con 'Amabile Risveglio'.
Voce ed arpa per un programma originale e raffinato. Il concerto, tutto al femminile,  nasce dalla collaborazione tra la classe di Canto di Monica Benvenuti e quella di Arpa di Nicoletta Sanzin .

Entusiasta , come sempre, il direttore Maria Gabriella Della Sala, sempre più convinta e a ragione della validità di un’idea nata cinque anni fa e che ha fatto si che il Nicola Sala fosse capace di realizzare un’opera all’anno.
”Non è una sfida del direttore- dice- personalmente ho solo cercato le risorse e mi sono affidata alle professionalità del Conservatorio. Per noi parlano i numeri, oggi siamo in 105 a Campolattaro e questo dimostra che si è messo in moto un circuito anche economico che parte dal mettere in gioco le proprie peculiarità. Abbiamo bisogno di sostegno e non mi riferisco nello specifico a quello economico perché il Conservatorio, da solo, non può sostenere tutto l’impegno anche relativo agli spazi  e per questo vorremmo che Enti ed istituzioni,  ci stessero   più accanto e ci sostenessero ognuno per le proprie possibilità mettendo a disposizione, ad esempi,  la logistica, gli spazi . Siamo diventati una realtà e forse sarebbe importante un po’ di sensibilità in più, le istituzioni devono prendere coscienza di una forte responsabilità  perché non è di tutti avere un Conservatorio che riesca in queste imprese”.

 I ringraziamenti vanno quindi tutti  al sindaco di Campolattaro, Pasquale Narciso.
“La collaborazione con il Conservatorio è iniziata tre anni fa - ha dichiarato - e per quanto possibile, sosterremo sempre questo tipo di iniziativa  capace di investire in cultura e di fare cultura. Il Borgo antico, acquisito dal Comune è stato riattato per realizzare un albergo diffuso. Il tentativo è quello di sfruttare le risorse del territorio, a partire dalla diga, ad esempio, e che possa contribuire ad un indotto turistico attratto dalle bellezze naturalistiche da una serie di eventi  culturali collaterali” .

Vittorio Coviello, Agostino Napolitano e Luciano Corona, in rappresentanza dell’intero gruppo, ci hanno confidato di vivere un grande momento non solo da un punto di vista professionale.
"E’ per noi tutti una sfida  in un luogo che è una vera e propria fucina di professionalità, di un possibilità che il Conservatorio offre ai suoi allievi come momento di crescita umana e come possibilità di avviarsi ad una vera e propria proefessione. Il nostro desiderio è riuscire a creare un’ Orchestra con il supporto non solo del Conservatorio, ma anche di istituzioni e privati, un nucleo stabile che possa riuscir a fare cultura  e portarla al territorio di Bevente. Il progetto del laboratorio Lirico - sinfonico ha dimostrato di essere cresciuto e di riuscire a realizzare una vera e propria orchestra con musicisti qualificati che lavorano insieme con i i pochi che non hanno ancora raggiunto il diploma e che vengono in qualche maniera supportati ad esprimere le loro potenzialità. E’ offensivo  sentirsi definire ‘studenti’, molti di noi si sono diplomati anche dieci anni, ed hanno fatto esperienze di vario tipo. La riforma recente impone  poi, dopo il diploma, l’accesso alla specialistica, ma questo non vuol dire che siamo sempre e solo studenti, piuttosto che studiamo ancora per una professionalità quanto più completa possibile perché, per dirla con Eduardo de Filippo, gli esami non finiscono mai!”.

E’ stato davvero un piacere fare questa ’incursione’ nel bel mezzo delle prove, l’atmosfera che si respira è quella di una forte condivisione e solidarietà, mentre l’orchestra prova nei locali comunali, il coro si organizza nelle sale dell’asilo e intanto, qui e lì è un continuo incrociare sarte con i costumi di scena, operai a montare il palco, l’immancabile direttrice Della Sala a dare e ricevere indicazioni in un luogo che ha sposato appieno il progetto del Conservatorio.

Alcuni cittadini di Campolattaro  saranno comparse nell’opera e parte dell’attrezzatura di scena proviene dagli arredi del Castello messi con entusiasmo a disposizione da Enrico De Agostini, neo ambasciatore dello Zimbawe, che ha ancora qui la residenza.

L’ultima nota della vulcanica Della Sala riguarda il cast del quale fanno parte anche musicisti di altri Conservatori, studenti, ma anche professionisti.
”Proprio ora- ci dice rispondendo al telefono ho ricevuto l’adesione di Luca Improta disposto a venire da noi anche gratis se i suoi programmi di impegni glielo consentiranno”.

Appuntamento a domani a Campolattaro per la prova aperta e poi, finalmente, e siamo in tanti ad attenderla, con la prima al Teatro Romano, alle 20.30 del 6 settembre  per la serata inaugurale di Città Spettacolo.

Questi gli interpreti di “La Bohème”: Daniela Del Monaco,  Mimì; Gelsomina Troiano, Musetta; Guglielmo De Maria, Rodolfo; Raffaele Raffio,  Marcello; Luciano Matarazzo,  Schaunard; Yan Sinan,  Colline; Rosario Grauso,  Benoit e sergente dei doganieri; Fabrizio Crisci,  Alcindoro; Mariano Della Morte Parpignol; Anton Gryvniak, Doganiere. Maestro concertatore e direttore d'orchestra è Francesco Ivan Ciampa mentre il direttore del coro è Adriana Accardo. A dirigere il Coro di voci bianche è Alessio Salvati, il maestro collaboratore è Rossella Vendemia. La regia è a cura di Emanuele di Muro. I pianisti accompagnatori coinvolti nel progetto sono  Carla D’Onofrio, Eleonora Coviello e Raffaella Rossi; direttori musicali di palcoscenico sono Alessandro Fusco e Lorenzo Marino, direttore di palcoscenico è Ermeneziano Lambiase, mentre assistente di palcoscenico è Maya Martini.     







<













































 
 

Ctg musica, commenti 1, letto 22157 volte
Commenta  


1 commento   top
n.287 - ha scritto Enrico Cavallo  30-08-2013 18:24:33  
abbiamo impiegato un giorno per fare questo servizio, in due persone, ed un altro giorno per preparare 5 video e le foto;
tutto il nostro impegno è dedicato al nostro Conservatorio, che seguiamo da tempo, e siamo gli unici a dedicargli tante attenzioni;
ovviamente il nostro lavoro è frutto della sola passione e non solo non riceviamo compensi ma ci accolliamo anche ogni spesa;
invece che ricevere ringraziamenti per il nostro impegno, siamo stati duramente attaccati da un docente del Conservatorio perché in un punto del nostro servizio abbiamo riportato, pari pari, quello che lo stesso conservatorio ci aveva comunicato;
cioè, ripeto, siamo stati attaccati con toni grevi oltre che gravi, perché abbiamo riportato pari pari quanto lo stesso conservatorio ci aveva comunicato;
davvero incredibile !
invece che unire le forze, tutti insieme, senza distinzioni di ruoli e capacità, veniamo offesi e maltrattati;
siamo gli unici a scrivere sempre del conservatorio, anche ben oltre gli eventi ma nessun riguardo s'è avuto nei nostri confronti, sebbene non abbiamo nessuna colpa né altra responsabilità che quella, ripeto, di aver trasferito pari pari quanto comunicato dallo stesso conservatorio;
e però paghiamo per tensioni che stanno chiaramente nel conservatorio e non nella nostra attività;
peccato !
peccato davvero che non si pensi a volare alto come il Conservatorio merita e ci si soffermi su dettagli infimi coinvolgendo peraltro noi di sannio teatri e culture che non 'entriamo proprio nulla con le beghe evidentemente tutte interne del conservatorio;
 
 
 

0,1762
letto 22157 volte
1 commenti
chiudi
stampa solo testo
stampa anche le foto
 copia questo link
 
 
Condividi su Facebook
   

 

 


Potrebbero interessarti anche ...

Orchestra Filarmonica Benevento: ottima la prima
Alla Spina Verde il concerto inaugurale dell’VIII stagione con Luigi Piovano

Elide Apice, n.13695 14-03-2022
letto 112 volte
, tags musica

Accademia di Santa Sofia: tutto esaurito per l'attesa rassegna musicale
Quest'anno in collaborazione con Cadmus e L'Università degli studi del Sannio

Elide Apice, n.13663 19-02-2022
letto 399 volte
, tags musica

Termina in musica l’anteprima “Obiettivo T”
Al Nuovo Teatro Mulino Pacifico il concerto de Il Canzoniere della ritta e della manca

Elide Apice, n.13628 30-12-2021
letto 442 volte
, tags musica

La magia di Pino Daniele nell'interpretazione di Luca Aquino incanta il Teatro Romano
Successo per il concerto, l’ultimo della programmazione estiva dell’ L’Orchestra Filarmonica di Benevento

Elide Apice, n.13542 04-09-2021
letto 341 volte
, tags musica

Rocca dei Rettori: serata in musica
Tra il fresco del giardino la musica di napoli a rallegrare i cuori

Elide Apice, n.13527 21-08-2021
letto 407 volte
, tags musica

OFB: gran finale con il Maestro Antonio Pappano
Pubblico delle grandi occasioni al Teatro Romano di Benevento

Elide Apice, n.13523 08-08-2021
letto 489 volte
, tags musica

BCT MUSIC FESTIVAL – ANNO 0 ed è subito magica atmosfera
Dopo il successo di Mario Biondi, attesa per Max Pezzali al Teatro Romano di Benevento

Elide Apice, n.13516 02-08-2021
letto 495 volte
, tags musica

OFB: ancora un successo per l’Historie du soldat di Igor Stravinsky con la magnifica interpretazione di Peppe Servillo
Ieri all'Hortus Conclusus

Elide Apice, n.13515 31-07-2021
letto 304 volte
, tags musica

Teatro Romano: Il San Carlo sotto le stelle
L’iniziativa presentata da Scabec

Elide Apice, n.13511 24-07-2021
letto 472 volte
, tags musica

OFB: UNconventionalCELLO l'allegria di Giovanni Sollima
Ieri al teatro Romano

Elide Apice, n.13510 24-07-2021
letto 383 volte
, tags musica




______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ _________ ____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
  Condividi su Facebook