emozioni, informazioni e commenti su teatro, cultura, arte, società 

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
"Giustizia è per me poter guardare negli occhi chi ha sbagliato"
     
        _________

sab 05-10-2013 16:25, n.1152 - letto 5234 volte

"Giustizia è per me poter guardare negli occhi chi ha sbagliato"

Agnese Moro ha presentato al Giannone il libro 'Un uomo così'

di Elide Apice
sfoglia l'album delle foto   


 “Giustizia è per me poter guardare negli occhi di chi ha sbagliato e si e pentito, condividere il dolore, dare risposte, riceverne, ascoltare, essere ascoltata” così si è conclusa la due giorni di Agnese Moro a Benevento per una iniziative del Rotary Club, stamattina l’incontro con i ragazzi del Liceo Giannone.
Il ricordo del padre nel suo libro’ Un uomo così’. L’incontro è stato aperto dal dirigente scolastico Norma Pedicini e da Enza Nunziato, subito dopo , il ricordo di Amerigo Ciervo che gli anni di piombo li ha vissuti e ha lasciato un suo personalissimo ricordo alla signora Moro. “
Il 1978, anni lontanissimi di voi – ha detto all’affollata platea di giovani studenti, tanti altri collegati in video conferenza. Anni in cui lo statista comprese la necessità di nuove aperture al PCI di Berlinguer per tentare di uscire fuori dal tunnel di una grave crisi economica. Ricordo il suo arrivo qui, a Benevento il suo discorso al Massimo quando disse, riferendosi all’attacco a Casalegno della Stampa di Torino, avvenuto un paio di giorni prima. ‘Quello che voi siete, abbiamo contribuito a farvi essere’.
Poi le parole di Agnese, aiutata da slide che mostravano fotografie di un uomo così, un uomo normale,  capace di portare  i figli a circo,  raccontare storie, accompagnarli al mare,  anche se vestito di tutto punto ‘ perché era consapevole di rappresentare la dignità di una nazione’, intervallate alla lettura di una delle ultime lettere di Moro, quando già prigioniero delle Brigate Rosse, era ormai certo che non sarebbe tornato alla sua famiglia,  alla sua gente. Senza retorica, pur se con qualche momento di commozione, la mattinata è scorsa via tra simpatici aneddoti e racconti di una vita che, nella sua eccezionalità,  era semplice e dedita alla famiglia, in un racconto intimista che perla di vacanze e momenti di libertà sempre alle prese con montagne di giornali, di attenzione a quanto succedeva nel mondo’.  
Un Aldo Moro dedito all’insegnamento, ‘perché si sentiva vicino al mondo dei giovani’ e che a chi gli chiedeva del perché continuasse ad insegnare rispondeva c ‘ ho iniziato credendo di ricercare un dialogo disinteressato e cordiale con i giovani’( da una letetra del 1970 a ad Antonio Secchi).
”Sono stati quattro i bivi di fronte ai quali mio padre ha dovuto operare una scelta – ha continuato Agnese Moro -che lo ha portato ad essere quello che era, probabilmente ‘un rompiscatole’ per la DC a causa delle sue aperture ai giovani e alla sinistra, ma un uomo di grande valore morale".
”Ogni vita fa la differenza” questo l’insegnamento dello statista lasciato ai figli e alle future generazioni perché ognuno è chiamato a svolgere il suo preciso ruolo nella società.
Poi il dibattito è continuato con le domande degli alunni , precise e pertinenti alle quali la signor Moro non si è sottratta, mentre si aggiungeva un nuovo tassello al fardello dei suoi ricordi, il manoscritto che l’onorevole Ricci, che conosceva bene Aldo Moro, scrisse poco dopo la sua brutale uccisione e  che gli è stato consegnato dalla emozionatissima figlia Marina.















 
 

Ctg Incontri, commenti 1, letto 5234 volte
Commenta  


1 commento   top
n.298 - ha scritto marina ricci  05-10-2013 17:06:35  
Gentile Elide,
grazie per aver citato il mio intervento ma forse, a causa della mia emozione ,non ho chiarito che il manoscritto che ho consegnato alla signora Agnese si riferiva ad una commemorazione fatta da mio padre poco dopo la morte del Presidente Moro. Non so se potrà rettificare l'articolo. Cordiali saluti,
Marina Ricci
Gentile signora Ricci, ho rettificato il pezzo, probabilmente ho ascoltato male il suo intervento. La ringrazio per l'attenzione
Elide Apice
 
 
 

0,0587
letto 5234 volte
1 commenti
chiudi
stampa solo testo
stampa anche le foto
 copia questo link
 
 
Condividi su Facebook
   

 

 


Potrebbero interessarti anche ...

“Ascesa e caduta dell’astro Farinelli raccontato da lui medesimo” presentato il libro curato da Vega De Martini
Continuano gli incontri letterari a Teatro Romano

Elide Apice, n.12645 30-10-2019
letto 582 volte
, tags Incontri

"Ritratti beneventani" presentato il nuovo libro di Rito Martignetti
L'incontro alla Rocca dei Rettori

Elide Apice, n.12632 27-10-2019
letto 493 volte
, tags Incontri

Palazzo Paolo V: voci festanti risuonano in biblioteca
L’antico Palazzo apre i suoi spazi alla fruizione dei più giovani

Elide Apice, n.12171 27-03-2019
letto 1136 volte
, tags Incontri

Filomena Lamberti, vittima di violenza, si racconta
L'incontro organizzato da "Dillo a noi"

Elide Apice, n.12152 23-03-2019
letto 280 volte
, tags Incontri

Beya Ben Abdelbaki Fraoua, la Console tunisina ospite del Giannone di Benevento
L’iniziativa voluta dall’Associazione Campania Europa Mediterraneo presieduta da Enzo Parziale

Elide Apice, n.12101 15-03-2019
letto 514 volte
, tags Incontri

“La Buona Mefite e il Mefitismo, un nuovo approccio alla Valle dell’Ansanto”.
“La Buona Mefite e il Mefitismo, un nuovo approccio alla Valle dell’Ansanto”

Elide Apice, n.12032 02-03-2019
letto 861 volte
, tags Incontri

La Bellezza dell’azione – Conversazione sul valore della speranza
L’incontro con Antonella Fusco alla libreria Masone /Alisei

Elide Apice, n.12024 01-03-2019
letto 967 volte
, tags Incontri

LEGGERE FILM. Rassegna di Cinema Letterario/Esperienziale
Dl 23 gennaio al 26 giugno alla libreria Masone

Elide Apice, n.11890 23-01-2019
letto 278 volte
, tags Incontri

Stregati da Sophia: l'incontro con Pascale Chapaux-Morelli e Eugenio Murrali
Al President Hotel la festa degli auguri

Elide Apice, n.11786 12-12-2018
letto 588 volte
, tags Incontri

"Schegge - per favore non chiamateli uomini", presentato il libro di Rossella Menegato
Ieri, da Gnostro, il partecipato evento

Emilio Spiniello, n.11728 28-11-2018
letto 730 volte
, tags Incontri




______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ _________ ____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
  Condividi su Facebook