emozioni, informazioni e commenti su teatro, cultura, arte, società 

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
Le memorie di una gatta di Lodovica San Guedoro
     
        _________

ven 09-11-2018 18:48, n.11654 - letto 7622 volte

Le memorie di una gatta di Lodovica San Guedoro

Per la rubrica letto per voi

di Elide Apice

E’ un libro che ha al centro la vita di una gatta catapultata dal luogo di nascita nella casa dei nuovi padroncini.
Un racconto molto particolare questo di Lodovica San Guedoro, “Le memorie di una gatta” edito da Felix Krull, che rende umano un animale.
Tante le avventure, l’arrivo di Pio, l’incontro-scontro con il gatto rosso, la scoperta del gusto per la caccia (non sempre gradita alla sua padroncina).
Una gatta dai difetti umani, ma carica di saggezza, che osserva il mondo e va avanti nelle nuove scoperte.
Ha voglia di conoscenza e ogni novità diventa per lei una scoperta avventurosa. Affronterà il mistero del bosco e quel che nasconde la valle dei grilli, un cambio di abitazione, l’arrivo a Roma e tante nuove avventure.
A volte ha le idee un po’ confuse, ma si sa il mondo degli umani è davvero tanto strano!
Ama la letteratura come la sua padroncina che, guarda un po’, i libri li scrive e ne legge tanti .
“Tra i modelli letterari di mia madre – si legge a pag 107 - potrei menzionare Théophile Gautier, l'autore di Mademoisellede Maupin e de Il capitan Fracassa, ma anche Thomas Mann, il cui ultimo romanzo, benché non finito,entusiasmò tanto entrambi i miei genitori da indurli a chiamare la casa editrice da loro fondata: FelixKrull Editore. Il che è – non trovate? – un'idea che potevano avere solo loro”.
E’ affascinata dalla sua stessa storia anche se della sua infanzia ricorda molto poco pur essendo certa di avere avuto nobili natali, insomma è una gatta davvero speciale felice di essere tanto coccolata.

Le memorie di una gatta
di Lodovica San Guedoro
Editore: Felix Krull Editore
Prezzo: € 17,56
Pagine: 288
Data d’uscita: ottobre 2018

Dall’epilogo de “Le memorie di una gatta”:
E fu così, cari lettori, che una micia campagnola si fece cittadina, fu così che, strappata da Pietrafitta e dalla Valle dei Grilli, dovette rinunciare all'ebbrezza delle cacce nei prati felici e nei boschi silenti, alla beatitudine delle sieste sotto parasoli di foglie di zucca, alla contem-plazione dei sereni chiari di luna dai muretti di pietra, ai cipressi aguzzi e alle statue danzan-ti, alle dolci brezze delle sere estive, alle lucertole smeraldine, agli uccellini variopinti, ai sani topolini e conobbe Roma ...
E, poco dopo, spinta oltre le Alpi, nella terra dei Cimbri e dei Teutoni, le capitò, a questa gatta, di conoscere persino le fredde aurore e le notti gelate, il ghiaccio molto più temibile nei cuori e nei volti delle persone, strane davvero, a quelle latitudini ...
Tutto a causa della Letteratura, dei libri, pensate un po', un gatto ...

 
 

Ctg letto per voi, commenti 1, letto 7622 volte
Commenta  


1 commento   top
n.602 - ha scritto lodovica san guedoro  13-07-2021 15:23:31  
PIETRO GIBELLINI, proposta di candidatura al premio Strega 2019, del romanzo di Lodovica San Guedoro, "Le memorie di una gatta", Felix Krull Editore.
Una gatta che racconta le vicende letterarie della propria padrona, mentre quasi in secondo piano, quasi in un controcanto/contrappunto, racconta la storia della propria vita. Suggestivo il rovesciamento di ruoli e punti di vista: non un umano che racconta la storia di un animale, ma un animale che racconta la storia di un umano, un’umana, in questo caso – e della corte dei miracoli che l’accompagna in questa sorta di romanzo di formazione letteraria, leggero ed effervescente. Il libro ha come nucleo narrativo le tragicomiche vicende che portano alla pubblicazione del romanzo d’esordio della padroncina (chiamata alternativamente anche mamma), che alla fine decide di reinventarsi anche come editore, sobbarcandosi tutti i compiti più o meno ingrati che all’editore incombono. Divertente e illuminante l’epos promozionale del libro: presentazioni senza pubblico, manifesti pubblicitari strappati, vane ricerche di protezioni letterarie in alto, burocrazie kafkiane, che alla fine indurranno la padroncina-mamma-autrice-editrice a imboccare malinconicamente e teatralmente la via dell’esilio in terra germanica, auspice Thomas Mann e il capitano d’industria del suo ultimo romanzo, Felix Krull, col cui nome la padroncina-mamma-autrice battezza la sua fantasmatica casa editrice. Lungo l’odissea editoriale della donna scorrono le tappe memorande della storia felina della gatta-autrice – l’adozione, l’arrivo del fratellino, le due case nell’incanto della terra toscana, l’uccisione del fratellino, la fuga (fortunatamente provvisoria) dei padroncini, i viaggi e alla fine la sistemazione definitiva. Il tutto narrato con grande garbo e con quella coloritura profondamente femminile che accomuna fin dalle prime pagine l’autrice narrata e l’autrice narrante. Al di là della trovata paradossale e surreale – un felino scrivente – è facile intravedere nella gatta-autrice il doppio dell’autrice-padroncina. Sdoppiamento che permette a Lodovica San Guedoro di raccontare le proprie disavventure, senza rispamiare una sorridente ferocia al bel mondo, alla cultura consacrata, ai grandi editori, ai media onnipotenti
 
 
 

0,0628
letto 7622 volte
1 commenti
chiudi
stampa solo testo
stampa anche le foto
 copia questo link
 
 
Condividi su Facebook
   

 

 


Potrebbero interessarti anche ...

"Un infinito mare carminio" di Adelina Mauro
Per la rubrica letto per voi

Elide Apice, n.13869 22-07-2022
letto 138 volte
, tags letto per voi

"Nostalgia" il libro edito da edizioni San Gennaro
Sul set del Rione Sanità con le foto di Mario Spada

Elide Apice, n.13862 17-07-2022
letto 37 volte
, tags letto per voi

"Donna con libro – autoritratto delle mie letture" di Bianca Pitzorno
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13854 05-07-2022
letto 55 volte
, tags letto per voi

“Per grazia ricevuta” di Bruno Menna
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13851 01-07-2022
letto 135 volte
, tags letto per voi

"Quaranta" e "Versi immersi" le poesie di Graziella Di Grezia
Le recensioni di Maria Grazia Nazzaro

Maria Grazia Nazzaro, n.13847 01-07-2022
letto 129 volte
, tags letto per voi

“Elvira” di Flavia Amabile
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13846 30-06-2022
letto 65 volte
, tags letto per voi

"Eden" di Sara Bilotti
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13843 26-06-2022
letto 68 volte
, tags letto per voi

“Il cimitero delle bambole” di Maria Iervolino
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13831 20-06-2022
letto 86 volte
, tags letto per voi

"La poesie della vita " di Monica Baldini
Maria Grazia Nazzaro per la rubrica Letto per voi

Maria Grazia Nazzaro, n.13809 08-06-2022
letto 92 volte
, tags letto per voi

Il corpo della femmina di Veronica Pacini
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13807 08-06-2022
letto 68 volte
, tags letto per voi




______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ _________ ____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
  Condividi su Facebook