emozioni, informazioni e commenti su teatro, cultura, arte, società 

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
“La proibizione” di Valentina Durante
     
        _________

dom 16-06-2019 16:37, n.12401 - letto 6803 volte

“La proibizione” di Valentina Durante

Per la rubrica Letto per voi

di Elide Apice

Un divieto di quelli duri da accettare e che pure si accetta quasi con sottomissione, il divieto di amare, di donarsi all’altro.
E’ questo al centro di “La proibizione” (Laurana editore), opera prima di rara potenza narrativa scritto dall’esordiente Valentina Durante.
Una storia apparentemente lineare che nasconde segreti, strane manie, voglia di sopraffazione, desiderio di scappare troppo a lungo represso.
La protagonista è Leni che vive da sempre con la zia Eleonora, abbandonata da madre e padre ed è proprio sua zia che la obbliga a quel divieto.
Un divieto che nasce dal desiderio di vendetta di Eleonora, pasticciera con l’estro artistico, che ha dovuto rinunciare al suo futuro per accudire la nipote.
Divieto che sarà ancora più doloroso quando Leni avrà un figlio che è suo, sì, ma in qualche modo e sopraffatto dalla personalità di Eleonora.
Daniele suo figlio, la obbligherà ad una scelta ormai improcrastinabile ma foriera di altro dolore.
Scrittura limpida e precisa nei dettagli e nei particolari dell’antica casa e del giardino, dei fiori, di tutto ciò che circonda una dolorosa solitudine alla quali si è votati non per scelta, mae per una necessaria sottomissione.
Un libro da leggere e rileggere.



 
 

Ctg letto per voi, letto 6803 volte
Commenta  


 

0,3780
letto 6803 volte
0 commenti
chiudi
stampa solo testo
stampa anche le foto
 copia questo link
 
 
Condividi su Facebook
   

 

 


Potrebbero interessarti anche ...

“Storia aperta” di Davide Orecchio
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13787 22-05-2022
letto 24 volte
, tags letto per voi

"Le madri non dormono mai" di Lorenzo Marone
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13784 18-05-2022
letto 39 volte
, tags letto per voi

"Il cannocchiale del Tenente Dumont" di Marino Magliani
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13782 16-05-2022
letto 26 volte
, tags letto per voi

“Mostruosa maternità” di Romana Petri
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13772 15-05-2022
letto 86 volte
, tags letto per voi

Le distrazioni di Federica De Paolis
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13779 14-05-2022
letto 48 volte
, tags letto per voi

“Non è al momento raggiungibile” di Valentina Farinaccio
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13770 12-05-2022
letto 69 volte
, tags letto per voi

"La libreria sulla collina" di Alba Donati
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13776 11-05-2022
letto 42 volte
, tags letto per voi

“Nova” (Adelphi) di Fabio Bacà
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13769 06-05-2022
letto 48 volte
, tags letto per voi

“Divorzio di velluto” di Jana Karsaiová
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13766 05-05-2022
letto 44 volte
, tags letto per voi

"Nina sull’argine" di Veronica Galletta
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13762 04-05-2022
letto 78 volte
, tags letto per voi




______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ _________ ____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
  Condividi su Facebook