emozioni, informazioni e commenti su teatro, cultura, arte, società 

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
Non chiamateci matti di Davide Coita
     
        _________

gio 16-01-2020 22:41, n.12866 - letto 6912 volte

Non chiamateci matti di Davide Coita

Per la rubrica Letto per voi

di Elide Apice

Cosa succede nella mente di un ragazzo impegnato nella vita sociale, bravo negli studi, giornalista quando all’improvviso la sua personalità si doppia?
Quale è l’arcano motivo che spinge in depressione chi fino a quel momento ha vissuto una vita normale ?
Sono queste le domande cui cerca di dare risposte Davide Coita, autore di “Non chiamateci matti” (Kimerik edizioni) dal sintomatico sottotitolo “Le due facce del disagio psichico”.
Con lucidità e tranquillità , in un periodo positivo cui purtroppo, come si legge nell’ultima parte del libro Davide dovrà essere sottoposto ad un nuovo ricovero ospedaliero, l’autore descrive tutte le fasi della sua malattia, da quando comincia soffrire di ansia a quando viene conclamata la sua bipolarità.
I ricoveri continui, la consapevolezza che l’ospedale psichiatrico è ulteriore causa di solitudine, gli incontri con gli altri degenti e soprattutto l’incontro con la dottoressa Calvieri, l’unica che oltre la famiglia sembra essere capace di ascoltarlo e di sostenerlo, questo e tanto ancora in un libro che parla di disagio e soprattutto della necessità di superarlo e che si sofferma anche su informazioni dettagliate e specifiche come nel capitolo dedicato all’esperienza dei professionisti

 
 

Ctg letto per voi, letto 6912 volte
Commenta  


 

0,2031
letto 6912 volte
0 commenti
chiudi
stampa solo testo
stampa anche le foto
 copia questo link
 
 
Condividi su Facebook
   

 

 


Potrebbero interessarti anche ...

“Tasmania” di Paolo Giordano
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.14042 19-01-2023
letto 38 volte
, tags letto per voi

Campania felix di Giuseppe Cataldo
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.14040 18-01-2023
letto 68 volte
, tags letto per voi

“Organica” di Laura Marinelli
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.14010 08-12-2022
letto 109 volte
, tags letto per voi

“Mio padre e altri imprevisti” di Paola Guevara
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13991 24-11-2022
letto 106 volte
, tags letto per voi

“Dove non mi hai portata “ di Maria Grazia Calandrone
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13986 22-11-2022
letto 157 volte
, tags letto per voi

"Cuore del Sahel" di Djaïli Amadou Amal
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13958 09-11-2022
letto 65 volte
, tags letto per voi

“Portami a riveder le stelle” di Paola Di Gregorio
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13955 07-11-2022
letto 144 volte
, tags letto per voi

Le spose sepolte di Marilù Oliva
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13948 04-11-2022
letto 56 volte
, tags letto per voi

"Tabacco Clan" di Giuseppe Lupo
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13945 03-11-2022
letto 104 volte
, tags letto per voi

"Amatissime" di Giulia Caminito
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13934 29-10-2022
letto 74 volte
, tags letto per voi




______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ _________ ____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
  Condividi su Facebook