emozioni, informazioni e commenti su teatro, cultura, arte, società 

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
"Le impazienti" di Djaïli Amadou Amal
     
        _________

gio 08-07-2021 08:57, n.13483 - letto 289 volte

"Le impazienti" di Djaïli Amadou Amal

Per la rubrica letto per voi

di Elide Apice


E’ intensa e forte la narrazione che Djaïli Amadou Amal restituisce ai lettori in “Le impazienti” in uscita oggi, 8 luglio, per Solferino edizioni (traduzione di Giovanni Zucca).
E’ la storia di tre donne cui hanno insegnato ad esercitare la pazienza oltre ogni limite, ma che invece sono impazienti, mal accettano le imposizioni di un patriarcato imperante che le vuole obbedienti prima al padre e poi al marito che viene imposto in giovane età.
Siamo in Camerun, Regione del Nord, Ramla, 17 anni, e sua cugina / sorella Hindou stanno per andare in sposa a chi non avrebbero mai voluto sposare, una persona anziana e per di più nel ruolo di co-moglie per via della poligamia per la prima, un giovane scapestrato e violento per la seconda.
La terza donna è Safira, che vede spodestato il suo ruolo di unica moglie proprio da Ramla.
La narrazione procede su tre piani narrativi, ognuno secondo il punto di vista delle tre donne che si racconteranno facendo fluire tutto il dolore di secoli di sottomissione femminile al quale si può sfuggire solo avendo “pazienza”, unico mezzo che aiuterà la donna a sottomettersi senza lacrime, senza rimpianti, con l’unico scopo di servire il marito che è padrone della sua vita e per di più libero di ripudiarla senza alcuna remora. Parole che coinvolgono provocando nel lettore sentimenti di rabbia, di impotenza, di senso di ingiustizia.
 E’ una violenza atavica cui le donne sembrano sottomettersi esercitando appunto la pazienza e senza possibilità di ribellarsi ai dettami del Corano, anzi insegnando alle figlie l’arte della sottomissione.
Solo Ramla avrà il coraggio di osare e scapperà supportata dal fratello, l’unico maschio ad essere uomo in una narrazione fatta di uomini che sono tali solo nel nome.
Titolo: Le impazienti
Autrice: Djaïli Amadou Amal  
Editore: Solferino
Anno edizione: 2021
In commercio dal: 08 luglio 2021
Pagine: 224 p., Brossura
EAN: 9788828206972

DJAÏLI AMADOU AMAL, 45 anni, di madre egiziana e padre fulani, è originaria del Camerun. Data in sposa a diciassette anni a un cinquantenne di buona famiglia, riesce a liberarsi del primo e poi anche del secondo marito, fuggendo a Yaoundé. Qui comincia una nuova vita lavorando, scrivendo e fondando un’associazione per l’istruzione femminile (Femmes du Sahel): diventa la «voce dei senza voce».
Nel 2010 il suo Walaande, l’art de partager un mari le attira l’attenzione del pubblico e delle istituzioni.
Le impazienti, il suo terzo libro, esce in Camerun nel 2017 e nel 2019 riceve il Prix Orange du Livre en Afrique. L’edizione francese, per Emmanuelle Collas, è stata finalista al premio Goncourt e si è aggiudicata il Goncourt des Lycéens nel 2020.

 
 




 
 

Ctg letto per voi, letto 289 volte
Commenta  


 

0,0560
letto 289 volte
0 commenti
chiudi
stampa solo testo
stampa anche le foto
 copia questo link
 
 
Condividi su Facebook
   

 

 


Potrebbero interessarti anche ...

“Il cimitero delle bambole” di Maria Iervolino
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13831 20-06-2022
letto 40 volte
, tags letto per voi

"La poesie della vita " di Monica Baldini
Maria Grazia Nazzaro per la rubrica Letto per voi

Maria Grazia Nazzaro, n.13809 08-06-2022
letto 56 volte
, tags letto per voi

Il corpo della femmina di Veronica Pacini
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13807 08-06-2022
letto 32 volte
, tags letto per voi

“Verde Laguna. Una storia vera nella Venezia del Novecento” di Silvia Favaretto
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13797 28-05-2022
letto 116 volte
, tags letto per voi

“Le ultime” (Solferino editore) di Valeria La Rocca
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13793 26-05-2022
letto 56 volte
, tags letto per voi

"La settimana santa" di Luigi Romano
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13789 23-05-2022
letto 45 volte
, tags letto per voi

“Storia aperta” di Davide Orecchio
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13787 22-05-2022
letto 69 volte
, tags letto per voi

"Le madri non dormono mai" di Lorenzo Marone
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13784 18-05-2022
letto 65 volte
, tags letto per voi

"Il cannocchiale del Tenente Dumont" di Marino Magliani
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13782 16-05-2022
letto 54 volte
, tags letto per voi

“Mostruosa maternità” di Romana Petri
Per la rubrica Letto per voi

Elide Apice, n.13772 15-05-2022
letto 146 volte
, tags letto per voi




______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ _________ ____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
  Condividi su Facebook