emozioni, informazioni e commenti su teatro, cultura, arte, società 

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
Biblioteche del Sannio in rete per una più semplice fruizione dei saperi
     
        _________

mar 17-12-2013 15:08, n.1424 - letto 10815 volte

Biblioteche del Sannio in rete per una più semplice fruizione dei saperi

L'incontro stamattina in Biblioteca provinciale

di Elide Apice
sfoglia l'album delle foto   

‘I Luoghi del sapere  - la rete delle biblioteche pubbliche nel Sannio’, è il tema dell’incontro che stamattina si è svolto alla Biblioteca Provinciale, un primo passo verso un’idea di condivisione che metta in rete i saperi delle biblioteche sannite per renderli maggiormente e più facilmente fruibili.
L’incontro, annunciato da una bella locandina la cui immagine è stata ricavata da uno dei libri presenti in biblioteca’Topografia del Mezzogiorno e della Sicilia’ e moderato da Sarah Festa per la Epsilon- società di servizi per i beni librari, è iniziato con la lettura del messaggio di Anita Florio, dirigente del Settore Musei e Biblioteche della Regione Campania, impossibilitata alla presenza per concomitanti impegni relativi alla nuova struttura organizzativa per le biblioteche in Campania.
“ La vostra iniziativa – si legge nella nota – è importante perché è il tentativo di mettere in rete le biblioteche sannite . E’ importante la promozione della consapevolezza dell’eredità culturale . Due sono le mie riflessioni: la prima, sul piano dei principi, che dovrebbe spingere a superare il dualismo tra patrimonio culturale e patrimonio globale, la seconda, sul piano gestionale, riguarda il modo di avvalersi delle nuove tecnologie. Questa è allora, la vostra sfida, ‘promuovere la Rete bibliotecaria Sannita come strumento per costruire il nuovo sapere”.
Il primo intervento è stato quello di Anita Parrella per la Bibloteca comunale ‘AmicoLibro’ di Montesarchio, pioniera nel proporre la diffusione dell’amore per la lettura con il progetto ‘Nati per Leggere’.
“Da sempre ho amato i libri e la lettura e ben presto mi sono resa conto che a Montesarchio doveva nascere una biblioteca pubblica. Con l’associazione ‘L’altra metà del cielo’ abbiamo cercato di recuperare fondi ai quali ho aggiunto un mio personale contributo. Così, sollecitando l’amministrazione comunale, abbiamo trovato lo spazio, aperto la struttura dedicandola ai ragazzi perché, da insegnante, mi sono resa conto dell’importanza dell’educazione alla lettura per i più giovani. Naturalmente abbiamo anche  una sezione dedicata agli adulti.  L’idea mi è venuta leggendo dell’inizativa di Baricco a Torino,  ‘Cento libri in biblioteca’ perché questi possano raccontarsi ed essere raccontati. Poi l’incontro con Silvana Sola, da poco consulente del ministro Bray per la promozione della cultura della lettura, e la selezione dei libri da acquistare che ora ammontano a quasi 8000 volumi. Il cammino è stato lungo e faticoso anche perché le amministrazioni considerano le biblioteche come qualcosa di valore minore e quindi lasciano i responsabili da soli  nella gestione delle stesse”.
Secondo intervento a cura di Massimiliano Calabrese, docente di latino e greco al Liceo Giannone e responsabile della biblioteca Corazzini.
“Non sono un bibliotecario - così ha esordito - ma con passione  gestisco la biblioteca del Liceo  nei momenti liberi che occupo, in genere, a scansionare i volumi antichi di cui gli studiosi ci fanno richiesta. Penso che ‘ Cultura e Conoscenza debbano diventare patrimonio di tutti’. La biblioteca Corazzini, dedicata all’insegnate di storia e geografia del nostro Liceo dove insegnò tra 1861  e il 1877, è nata grazie all’opera di Paola Caruso sollecitata dall’allora dirigente Maria Felicia Crisci. Con i lavori di restauro dell’istituto, negli anni ’90, i volumi storici furono trasferiti all’ex caserma Guidoni dove molti si sono persi o deteriorati. Quando furono poi riportati al Liceo, vennero conservati nel seminterrato. Senza l’intervento della professoressa Caruso oggi non avremmo un gioiello recentemente apprezzato anche dalla dagli ispettori  Invalsi”.
La biblioteca Corazzini ha la sua catalogazione in rete e condivide con la biblioteca Mellusi l’antico fondo gesuitico che comprende cinquecentine e testi del ‘600.
E’ dislocata in tre sale sistemate a norma di legge con contributi regionali ed è formata da diversi nuclei storici: il già citato fondo gesuitico, i testi dal 1600 al1800, quelli dal 1861, con l’Unità d’Italia al 1921 con l’apporto dei grandi intellettuali dell’epoca e un nucleo che raccoglie volumi dal 1922 al 1945, era fascista, che sono tra i più richiesti on line”. Amaro l’intervento di Anna Aucone, responsabile della biblioteca ‘Sannia’ di Morcone.
“La nostra biblioteca, ben fornita, è dislocata dall’indomani del terremoto dell’80 nel centro storico del paese che, però, è difficile da raggiungere, viste le innumerevoli gradinate da affrontare. Da sola e spesso con l’opposizione degli amministratori, ho dislocato parte della biblioteca in luoghi più accessibili e devo dire che soprattutto per le pubblicazioni più recenti, c’è una forte richiesta di prestiti. Inoltre, per favorire la diffusione della cultura della lettura tra i più giovani, ho per un intero anno scolastico dislocato libri per ragazzi nelle scuole. Tutto questo grazie al mio lavoro che è un lavoro anche di tipo volontario. Spesso e con dispiacere, mi chiedo, ad un passo dalla pensione, cosa sarà nel prossimo futuro di tutto ciò che con fatica ho cercato di realizzare”.
Dopo i ringraziamenti dei Aniello Cimitile e Pierina Martinelli a Silvio Falato, uomo di cultura e studioso del dialetto guardiese che ha fatto dono alla Biblioteca di alcuni suoi volumi, la parola è passata proprio a Cimitile.
“Sono molto preoccupo per il futuro delle biblioteche sannite da qui a qualche mese - ha dichiarato – e per la prima volta, poiché non spetta a me dare giudizi di responsabilità, devo dire pubblicamente che l’impossibilità di interventi mirati è soprattutto nel disastro di Artsannio che è azienda in cui, grazie alla scarsa sensibilità della Regione Campania,  continuiamo ad affondare ogni anni migliaia di euro che potrebbero essere utilizzati per finalità migliori e, purtroppo, continueremo ancora a farlo. Il mio non è un discorso contro le professionalità impegnate in Artsannio che sono meritevoli di rispetto e che aspettano ancora la liquidazione di una struttura che è esempio classico di cosa non dovrebbe essere fatto. Ho peso la fiducia nei vari progetti finanziati con i fondi della Comunità Economica Europea perché ho visto la lentezza della programmazione 2007/2013 e mi sono convinto che dobbiamo fare da soli. Sono contento, però, che proprio oggi, la stampa locale abbia affermato, valutando i dati della Camera di Commercio, che con la ‘cultura si mangia’ poiché il 6% del Pil locale  è afferente al fondo della cultura. La mia promessa, per questo ultimo periodo prima di altri scenari, è di fare in modo da intercettare fondi che permettano anche se in parte di aiutarvi nell’intento di mettere in rete i saperi. Penso a borse di studio che possa permettere a studenti il lavoro di scansione dei testi antichi o a mostre bibliografiche itineranti,".
Per quanto riguarda il futuro della Provincia è tutto ancora incerto anche se desiderio di Cimitile è istituire una Fondazione in partenariato con l’Università del Sannio nel tentativo di salvare quegli aspetti della cultura, la Biblioteca, il Museo del Sannio che appartengono alla storia del territorio e che la poca lungimiranza della politica cerca di cancellare.
Intanto si assiste ad una vera e propria richiesta di eventi culturali vista l’enorme affluenza alla mostra sui dialetti locali che ha indotto la responsabile, Gabriella Gomma,  ad annunciarne l’apertura nei due prossimi weekend, dalle 18.00 alle 20.00 























 
 

Ctg Incontri, commenti 1, letto 10815 volte
Commenta  


1 commento   top
n.318 - ha scritto Silvio Falato  17-12-2013 19:10:40  
Complimenti per il corposo articolo e un "grazie" sentito per tutto ciò che fate per la diffusione della cultura e dell'informazione.
 
 
 

0,0628
letto 10815 volte
1 commenti
chiudi
stampa solo testo
stampa anche le foto
 copia questo link
 
 
Condividi su Facebook
   

 

 


Potrebbero interessarti anche ...

“Tempo di ridere”, la rassegna di comicità della Solot
Giovedì 30 giugno un nuovo appuntamento

Elide Apice, n.13845 28-06-2022
letto 49 volte
, tags Incontri

Giornate Europee dell’Archeologia: all’area archeologica del Teatro Romano l’incontro con Simone Foresta e Andrea Martelli
L’iniziativa voluta dal direttore Ferdinando Creta

Elide Apice, n.13453 18-06-2021
letto 572 volte
, tags Incontri

“Ascesa e caduta dell’astro Farinelli raccontato da lui medesimo” presentato il libro curato da Vega De Martini
Continuano gli incontri letterari a Teatro Romano

Elide Apice, n.12645 30-10-2019
letto 7214 volte
, tags Incontri

"Ritratti beneventani" presentato il nuovo libro di Rito Martignetti
L'incontro alla Rocca dei Rettori

Elide Apice, n.12632 27-10-2019
letto 6752 volte
, tags Incontri

Palazzo Paolo V: voci festanti risuonano in biblioteca
L’antico Palazzo apre i suoi spazi alla fruizione dei più giovani

Elide Apice, n.12171 27-03-2019
letto 8062 volte
, tags Incontri

Filomena Lamberti, vittima di violenza, si racconta
L'incontro organizzato da "Dillo a noi"

Elide Apice, n.12152 23-03-2019
letto 6426 volte
, tags Incontri

Beya Ben Abdelbaki Fraoua, la Console tunisina ospite del Giannone di Benevento
L’iniziativa voluta dall’Associazione Campania Europa Mediterraneo presieduta da Enzo Parziale

Elide Apice, n.12101 15-03-2019
letto 6993 volte
, tags Incontri

“La Buona Mefite e il Mefitismo, un nuovo approccio alla Valle dell’Ansanto”.
“La Buona Mefite e il Mefitismo, un nuovo approccio alla Valle dell’Ansanto”

Elide Apice, n.12032 02-03-2019
letto 7712 volte
, tags Incontri

La Bellezza dell’azione – Conversazione sul valore della speranza
L’incontro con Antonella Fusco alla libreria Masone /Alisei

Elide Apice, n.12024 01-03-2019
letto 7953 volte
, tags Incontri

LEGGERE FILM. Rassegna di Cinema Letterario/Esperienziale
Dl 23 gennaio al 26 giugno alla libreria Masone

Elide Apice, n.11890 23-01-2019
letto 6367 volte
, tags Incontri




______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ _________ ____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
  Condividi su Facebook