emozioni, informazioni e commenti su teatro, cultura, arte, societa'
   
Home
Agenda
Cerca
Facebook
Youtube
“Più grande paura” di Beatrice Masini
     Condividi su Facebook
     

gio 13-02-2020 15:45, n.12937 - letto 98 volte

“Più grande paura” di Beatrice Masini

Per la rubrica Letto per voi

di Elide Apice

Sette racconti brevi ed una novella compongono “Più grande la paura” di Beatrice Masini, edito da Marsilio nella Collana “Racconti”.
Storie di bambini e bambine alle prese con la fatica di crescere, capaci di guardare il mondo, comprese le brutture, con occhio diverso quello che non troveranno più entrando nella vita adulta.
Bambini e bambine che vengono descritti al di là di ogni retorica, alle prese con la solitudine, con la violenza, con gli orrori di una realtà che attraversano osservando il mondo degli adulti e il comportamento di genitori che hanno dimenticato troppo presto cosa vuol dire essere bambini.
“Principessa” è la bimba del primo racconto complice del padre, ma anche della madre che ogni venerdì la lascia per uscire con un altro, Allegra è la bimba che nel secolo scorso muore in solitudine a soli 5 anni, Achille è un bambino tanto geniale quanto sensibile che inorridisce alle torture di pesci e animaletti marini.
E c’è chi ormai si vergogna di essere accompagnato a scuola da sua madre e c’à la storia di chi è unico ad essere capace di arrampicarsi su uno scoglio pericoloso e ci sono storie di solitudine pur nella moltitudine di compagnie di una colonia di marina.
I bambini, il loro mondo, il personale atteggiamento verso la vita, quello che gli adulti impongono, il troppo amore che soffoca o, al contrario la disattenzione che lascia soli, questo a e ancora altro in un libro dalla scrittura potente che si schiera dalla parte dei bambini e che convince il lettore.

Beatrice Masini è autrice di opere per l’infanzia e stimata traduttrice (tra gli altri, si è occupata della traduzione di diversi volumi della serie di Harry Potter di J.K. Rowling).
Nel 2010, il suo romanzo Bambini nel bosco (Fanucci) è stato finalista al Premio Strega, mentre con il romanzo Tentativi di botanica degli affetti (Bompiani) ha vinto il Premio Selezione Campiello 2013.
Le sue opere sono state tradotte in quindici paesi. Per cinque volte si è aggiudicata il Premio Andersen – Il mondo dell’infanzia, sia come autrice che come traduttrice.
Dal 2015 è direttore editoriale di Bompiani.



 
 

Ctg letto per voi, letto 98 volte
Commenta