emozioni, informazioni e commenti su teatro, cultura, arte, societa'
   
Home
Agenda
Cerca
Facebook
Youtube
"Molto mossi gli altri mari" di Francesco Longo
     Condividi su Facebook
     

sab 21-03-2020 09:47, n.13016 - letto 173 volte

"Molto mossi gli altri mari" di Francesco Longo

Per la rubrica Letto per voi

di Elide Apice

C’è il mare a Santa Virginia, mare che unisce in estate, allontana quando arriva l’autunno, c’è Michele, l’unico di un gruppo di amici che a Santa Virginia è nato e conosce ogni metro di quella terra, c’è la storia di quelle onde desiderate da sempre, sulle quali poter surfare e sfidare le proprie possibilità.
Parte da qui “Molto mossi gli altri mari” di Francesco Longo (Bollati Boringhieri edizioni) che era stato proposto al premio Strega 2020 da Marco Cassini.
Sette capitoli e vari approfondimenti che connettono l’oggi al passato e sfilano sull’onda della memoria, dei ricordi di un’adolescenza e delle sue scoperte.
Micol, che oggi annuncerà il suo matrimonio è la protagonista dell’intera narrazione; è stata il sogno di Michle, sognato e mai realizzato, è stata l’antitesi alle tante storie nate per dimenticarla, sarà la strana sensazione di incontrarla ancora oggi che tutti i vecchi amici si ritroveranno per sfidare il mare e le onde.
E’ attesa la grande tempesta, quella che innalzerà le onde e farà apparire l’onda perfetta che porta quel senso di sfida e troppo spesso porta la morte.
La stessa attesa della storia di Micol e Michele sempre pronti, da ragazzini, a dirsi, svelarsi e altrettanto pronti ad allontanarsi.
Settembre riporta Micol a casa sua e a Michele, afflitto da febbri invernali, non resta che sognarla e desiderare l’arrivo della prossima estate e del suo ritorno.
Incapace di lasciare Santa Virginia, Michele diventa il punto fermo intorno cui ruotano tutti gli amici che arrivano, ripartono, ritornano.
Un romanzo di formazione, di amore e di amicizia, un libro sulla nostalgia, sentimento ineffabile che quando arriva ti occupa il cuore e l’anima, un racconto di silenzi e di tante cose non dette che segna il doloroso passaggio da una adolescenza fatta di apparenti certezze, di tanti amici e amiche, di un amore sperato e mai realizzato a una età adulta che lascia spazio ai dubbi.

 
 

Ctg letto per voi, letto 173 volte
Commenta